Politiche 2013

 

 

Risultati Finali:

 

Camera

 

Senato

 


 

Albo Pretorio on line

 Albo Pretorio on line

AUTOCERTIFICAZIONE ONLINE

Autocertificazione Online

D.Lgs. n.33 del 14/03/2013

Amministrazione Trasparente

SUAP

Sportello Unico per le Attività Produttive

Con tale link si assolve all’obbligo di pubblicazione della nuova modulistica edilizia unificata e standardizzata

Web Gis

 

Web Gis

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Area Riservata

Accesso Posta Istituzionale

Accesso Posta Certificata

Accesso alla Firma Digitale

Elezioni Amministrative 2016

Elezioni Amministrative 2016

PEC

PEC

Gli indirizzi PEC del Comune

Albo Giudici Popolari

Albo Giudici Popolari

Autolettura dell'acqua

Autolettura dell'acqua

Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica

Cambio di Residenza

Cambio di Residenza

Calcolo IMU

Calcolo IMU

Calcolo TASI

Calcolo TASI

IMU Terreni Agricoli

Bussola della Trasparenza

 

BENVENUTO NEL  SITO                                                       DEL COMUNE DI BELCASTRO 


Castello dei Conti d'Aquino


L’imponenza dei ruderi del Castello dei Conti d’Aquino domina l’intero paesaggio sottostante, il cui centro  abitato più antico, seguendo l’andamento della montagna, si adagia e si snoda per le sue  pendici declivi, quasi nascondendosi nella vallata che lo separa a settentrione da un’altra roccaforte più vecchia ed antica, mentre a mezzogiorno l'edilizia più recente sembra fare timido capolino in un mare di ulivi.  Dall’alto, tra le austere rovine della fortezza, la statua di San Tommaso, eretta nei primi anni settanta, sembra vegliare su Belcastro e i suoi abitanti.  Dai contrafforti abitati si distende, attraversando il fiume Nàsari, un’interminabile serie di colline argillose, che come onde si rincorrono l’una dietro l’altra conferendo movimento al panorama.  A tale quadretto collinare si aggiunge, al pari fascinoso, quello della Marina, che va a  perdersi incontaminata nel mare Jonio, lasciandosi dietro un’ampia spiaggia dalla sabbia chiara e sottilissima.
(Da Enciclopedia dei Comuni della Calabria. Belcastro  a cura di D. Guido - Aut. Ivan Ciacci – Ed. "Il Quotidiano della Calabria", CS 2007)

Notiziario

COMUNICATO STAMPA DEL MUNICIPIO DI BELCASTRO.

Il Municipio di Belcastro ha notificato ricorso giudiziale contro la Regione Calabria, dinnanzi il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria, per di ottenere l’annullamento della Legge Regionale n°39/2017 e di tutti gli atti amministrativi relativi al referendum consultivo indetto dal Presidente della Regione e svoltosi il 26/06/2016.

Con predetto referendum, indetto peraltro sotto una reggenza commissariale del comune di Belcastro per pregressa crisi politica, la Regione ha chiesto ai soli cittadini dimoranti nella frazione Acquavona di Belcastro, se volessero o meno modificare i confini territoriali in modo da traslare la frazione medesima  insieme ad oltre 23 ettari di territorio dal Comune di Belcastro al Comune di Petronà.

Dei 61 cittadini, i soli ai quali la Regione ha concesso il diritto di voto, 53 elettori non hanno esitato ad esprimere parere favorevole alla modifica invocata nel quesito referendario, com’era ovvio aspettarsi essendo gli stessi che ne avevano fatto petizione.

Tale modifica territoriale, redatta dall’ufficio tecnico del Comune di Petronà e fatta propria dalla Regione Calabria, senza mai ascoltare il parere dell’Amministrazione Comunale di Belcastro né interessare l’opinione di tutta la comunità belcastrese, guidata in quel frangente come già detto dal commissario prefettizio (Dr.ssa Valeria Richichi), ha così finito di spogliare illegittimamente, a parere del ricorrente Comune, il territorio di Belcastro di quella zona presilana necessaria al mantenimento dello status di Comune Montano, cioè svantaggiato, con le consequenziali gravi ripercussioni sulla già fragile economia della cittadina.

A nulla sono valse le successive e reiterate contestazioni della nuova Amministrazione comunale, insediatasi successivamente all’esito referendario, volte a modificare i termini della vertenza secondo le più opportune regole di buon senso. Il sindaco Maurizio Pace, in particolare, si è speso invano per cercare di riequilibrare la vertenza, in modo tale da soddisfare il legittimo desiderio degli acquavonesi, quello cioè di diventare anche anagraficamente cittadini petronesi, con le altrettanto legittime ragioni dell’Amministrazione e della Comunità  belcastrese di limitare il vulnus, proponendo di ridurre la traslazione alla sola parte di territorio interessata dall’incidenza abitativa e pertinenze (6 ettari circa) e scambio con altro terreno.  

Purtroppo, all’esito del referendum consultivo, fondato come già detto sul voto di soli 53 cittadini, è scaturita l’emanazione della Legge Regionale n°39/2017 con la quale la Regione Calabria ha modificato in modo univoco i confini tra i due Comuni, senza mai ascoltare né l’organo amministrativo di Belcastro, assente a causa della sopra citata crisi politica e successivo commissariamento, né la comunità ivi residente.

L’Avv. Giuseppe Pitaro, firmatario del ricorso, ha dedotto l’eccezione di incostituzionalità della legge regionale n°39/1027 per violazione dell’art. 133 della Carta Costituzionale in quanto la Regione Calabria ha utilizzato artatamente l’istituto referendario avendo concesso il diritto di elettorato esclusivamente ad una piccola parte di cittadini di Belcastro, 50 circa su oltre 1.400 ab., mentre predetto art.133 impone che il referendum consultivo di modifica delle circoscrizioni territoriali avvenga sentendo per intero le popolazioni residenti di entrambi i Comuni interessati, per come peraltro è già stato univocamente statuito più volte dalla Corte Costituzionale.

Per tali ragioni lo stesso Pitaro ha chiesto al Tribunale di sollevare la questione di legittimità costituzionale della legge regionale n°39/2017 dinanzi alla Corte Costituzionale al fine di ottenere l’annullamento di predetto atto normativo.

 

indietro

Comune di Belcastro

Piazza S.Tommaso d’Aquino - CAP 88050

Tel.0961/932090 - Fax 0961/932189

P. IVA 00297890790

Sito ottimizzato per Mozilla Firefox e Google Chrome

I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.3 secondi
Powered by Asmenet Calabria