Albo Pretorio on line

 Albo Pretorio on line

AUTOCERTIFICAZIONE ONLINE

Autocertificazione Online

D.Lgs. n.33 del 14/03/2013

Amministrazione Trasparente

SUAP

Sportello Unico per le Attività Produttive

Con tale link si assolve all’obbligo di pubblicazione della nuova modulistica edilizia unificata e standardizzata

Web Gis

 

Web Gis

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

PEC

Gli indirizzi PEC del Comune

Albo Giudici Popolari

Albo Giudici Popolari

Autolettura dell'acqua

Autolettura dell'acqua

Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica

Cambio di Residenza

Cambio di Residenza

Calcolo IMU

Calcolo IMU

Calcolo TASI

Calcolo TASI

IMU Terreni Agricoli

Lutio d’Orsi

Lutio o Lucio d’Orsi

Lutio o Lucio d’Orsi nacque sul finire del XVI sec. a Belcastro da ricca e nobile famiglia ed era il minore di tre fratelli e una sorella. Di essi solo quest’ultima, Vincenza, e il fratello Giovanfrancesco morirono a Belcastro, venendo sepolti nella cappella di famiglia, sotto il titolo della Madonna di Trapani, presso la Chiesa della SS. Annunziata e Lutio furono invece sepolti a Palermo, dove vissero, il primo, quale Luogotenente e reggente della Conservatoria Generale del Regno (1585-1602) e poi Maestro Rationale Perpetuo di Corte (1603), e il secondo soprattutto quale Consigliere Regio (1642)

Lutio, che mantenne sempre ottimi rapporti con la sua famiglia e quindi anche con Belcastro, che come Giambattista amava profondamente, dimorò anche per lungo tempo a Napoli dove esercitò le funzioni di segretario e consigliere di Cardinali e di altre personalità del tempo. Quivi pubblicò nel 1639 una breve Descrizione oculare e fedelissima del terremoto di Calabria, ripubblicata l'anno successivo sempre a Napoli assieme al Capecelatro con il titolo <I terremoti delle due Calavrie fedelissimamente descritti dal sig. Lutio d'Orsi di Belcastro come testimonio di veduta. Con l'aggiunta delle puntualissime e distinte relationi scritte dal regio sig. consegliere Hettorre Capecelatro all'Eccellentiss. Sig. Vicere del Regno dedicati all'Illustriss. D. Carlo Capecelatro duca di Seiano>, preziosa opera reperibile presso diverse biblioteche nazionali e private italiane ed estere (Napoli, Messina, Firenze, Parigi, ecc.), ma in possesso anche di alcuni privati. In essa il d'Orsi raccontò con pungente ed intensa dovizia di particolari quanto ebbe modo di vedere al seguito del consigliere regio Ettore Capecelatro, inviato nel 1638 dal viceré Ramiro (duca di Medina) in Calabria per rilevare i danni derivati dal catastrofico terremoto della Calabria del 27 marzo 1638 e fornire i primi provvedimenti. La relazione del Capecelatro al viceré, sul numero dei morti, sulle case distrutte o rese inabitabili delle baglive e dei casali della Calabria Citeriore e delle università della Calabria Ulteriore, è riportata per l'appunto nella predetta opera.

Successivamente, fu egli stesso per analoghi motivi consigliere regio in Sicilia, dove visse assieme a Giambattista fino alla fine dei suoi giorni. Con il fratello Giambattista, che fu anche segretario e notaio apostolico del vescovo Alessandro Papatodaro (1596-98) della Diocesi di Belcastro, ma soprattutto gran benefattore dei belcastresi, promosse agli inizi del XVII secolo la ricostruzione della citata chiesa dell'Annunziata, dove insediarono la Confraternita della Beata Vergine Maria della SS. Annunciazione, di cui l’altro sopra detto fratello, Gianfrancesco, fu a lungo Priore fino al 1608.

Pubblicò anche le Epistolas varias (Trani,1627), "Orazione in lode di don Nicola Pellegrino (Trani,1627), Orazione funebre in onore di don Fabrizio Ruffo (Napoli,1628) e Scigliano festante per lo ricupero della sua libertà, Madrid,1632.

Note bibliografiche e pubblicazioni

  • Luigi Accattatis, Le biografie degli uomini illustri delle Calabrie, Cosenza - dalla Tipografia Municipale - 1869 (pag.363);

  • Ivan CiacciChiese e monasteri extra-moenia di Belcastro antica. L’Annunziata, Calabria Letteraria Editrice, Soveria Mannelli 1999;

  • Ivan Ciacci, La chiesa  della SS. Annunziata di Belcastro, Storie di Calabria, Titani Editore – Anno II, n°4, Roma 2018;

  • Lutio d’Orsi, I terremoti delle due Calavrie..., Neapoli Tipys Roberti Molli 1640 - Riedizione online 2005 a cura di Ivan Ciacci;

  • Giovanni Fiore da CropaniDella Calabria illustrata, Napoli MDCXCI - Tomo I, pag. IX, 116, 389,etc.;

  • Gioacchino Di Marzo, Diari della città di Palermo dal secolo XVI al XIX, Palermo MDCCCLXIX, vol.I.

 

Comune di Belcastro

Piazza S.Tommaso d’Aquino - CAP 88050

Tel.0961/932090 - Fax 0961/932189

P. IVA 00297890790

Sito ottimizzato per Mozilla Firefox e Google Chrome

I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.183 secondi
Powered by Asmenet Calabria